Inicio / Historico

Non solo Europa. Cinque continenti per l’Erasmus Mundus

Spagna, Svezia, Edimburgo, Cina. Sono tantissime le possibilità riservate agli universitari per realizzare un’esperienza di studio all’estero. Tra queste l’Erasmus Mundus, programma di cooperazione e mobilità lanciato dalla Commissione europea per promuovere lo scambio di studenti, ricercatori e docenti, tra le università dentro e fuori l’UE.

Con l’Alma Mater di Bologna per esempio ci si può iscrivere a sei diversi corsi di laurea congiunti con atenei stranieri. Tra le proposte più interessanti quella con l’Università di Granada, Spagna, e il suo Master’s Degree in Women’s and Gender Studies. Un programma interdisciplinare rivolto a tutti coloro che intendono occuparsi di pari opportunità. Per l’intera durata del corso, sono a disposizione borse di studio che possono arrivare anche a 48 mila euro (www.ugr.es). Il Politecnico di Milano invece propone il master in strategic project management, un programma formativo di sedici mesi in grado di coniugare esperienza professionale ai più recenti sviluppi accademici nell’ambito del project management. La quinta edizione, in partenza a settembre 2010, prevede tre periodi di studio e non solo in Italia. Tra le destinazioni la Heriot-Watt University a Edimburgo e l’Umea Universitet in Svezia (www.mspme.org). Ha puntato alla globalizzazione invece la Luiss Guido Carli con il suo Erasmus Mundus Joint Doctorate in «Globalisation, the Eu & Multilateralism». Tra i partner, l’Università di Ginevra ma anche quella di Warwick-Gran Bretagna-e la Fudan University in Cina. Essendo un programma di dottorato, in questo caso il percorso prevede una durata di tre anni e una formazione che spazia dall’economia alla storia, dalla politica alle scienze sociali (www.erasmusmundus-gem.eu).

48 mila euro: a tanto possono arrivare le borse di studio per i programmi congiunti dell’Alma Mater di Bologna con atenei stranieri, come l’Università di Granada, in Spagna.

Descargar